An elven tale

gennaio 19, 2011

Sta succedendo.

Filed under: Dico la mia — Ale @ 3:42 pm
Tags: , , , ,

Come post per inaugurare l’anno nuovo (benvenuto 2011!!! Ehm, sì, sono un po’ in ritardo) avrei voluto qualcosa di più allegro. Ne stavo già preparando uno per allietarvi con le mie ultime idiozie, ma poi cazzeggiando su facebook mi è capitato sotto al naso un post di LOREDANA LIPPERINI che a sua volta stava diffondendo un appello dei WU MING. In poche parole si tratta di un’iniziativa dell’assessore alla cultura della provincia di Venezia, Speranzon, il quale ha stilato una lista di autori affermati  e

«Scriverò agli assessori alla Cultura dei Comuni del Veneziano perché queste persone siano dichiarate sgradite e chiederò loro, dato anche che le biblioteche civiche sono inserite in un sistema provinciale, che le loro opere vengano ritirate dagli scaffali […] Chiederò di non promuovere la presentazione dei libri scritti da questi autori: ogni Comune potrà agire come crede, ma dovrà assumersene le responsabilità. Inoltre come consigliere comunale a Venezia, presenterò una mozione perché Venezia dia l’esempio per prima […] Scriveremo agli assessori regionali Marino Zorzato e Elena Donazzan, perché estendano l’iniziativa in tutto il Veneto.»

In questa “lista di proscrizione” figurano, tra gli altri, Valerio Evangelisti, Roberto Saviano,Tiziano Scarpa, Daniel Pennac, Giuseppe Genna, Vauro, Lello Voce, Sandrone Dazieri, Loredana Lipperini, , Gianfranco Manfredi e i Wu Ming (ma i nomi sono molti di più).

Il pretesto è che questi autori sarebbero “rei” di aver firmato un appello per la scarcerazione di Cesare Battisti nel 2004. Effettivamente, a me l’idea di Battisti in libertà – da quel che ho letto di lui – piace proprio poco, ma ho idea che in questo caso si tratti di una scusa bieca per togliersi di torno intellettuali scomodi perché non in linea con le proprie idee politiche. Pericolosi agenti di un’opposizione che, chissà, un giorno potrebbe risvegliare qualche coscienza, laddove  non bastino le prostitute, il diritto al lavoro negato e sbeffeggiato, il futuro della mia generazione messo in serio pericolo. E si capisce che è una scusa perché, per esempio, non risulta che il buon Saviano abbia firmato quell’appello.

In altri tempi questo fenomeno si chiamava EPURAZIONE.

In questi giorni rimbalzano tra i vari blog le testimonianze dei vari bibliotecari raggiunti da un simile “invito”, velatamente minacciati con la soave formula “se rifiuti te ne assumerai le responsabilità”.

Non ne faccio una questione politica, anche se, di fatto, è così. A qualunque partito si dia fiducia (mhwah mhwah mhwah) una censura del genere non dovrebbe essere tollerata. I libri sono fonte di idee e le idee fanno paura perché riecheggiano al di là della vicenda personale di chi legge e chi scrive.

Sapete cosa spero? Che i lettori si incazzino a morte contro questo ulteriore affronto alla nostra libertà di pensiero. Spero che questo tentativo vergognoso si dimostri un boomerang contro chi l’ha lanciato e divenga un poderoso rilancio pubblicitario per gli scrittori della lista.

Anzi, alla facciazza di quello là adesso mi fiondo a comprare “Dalla parte delle bambine”, di Loredana Lipperini. Tiè.

Annunci

1 commento »

  1. Concordo trovo scandaloso che ci si batta per la liberazione si un omicida, ma trovo altrettanto scandaloso che un istituzione che dovrebbe stare sopra le parti compia una censura che nulla a che vedere con l’appello. Boh, mossa goffa.

    Commento di Carlotta — gennaio 19, 2011 @ 4:43 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: