An elven tale

novembre 12, 2010

Barricate (1): Adamo vs Eva?

Filed under: Dico la mia — Ale @ 3:16 pm
Tags: , , ,

Lo so, sono stata lontana dal blog per un mese intero. Non l’ho fatto per mancanza di voglia, anzi, spesso e volentieri la pagina  mi manca; solo che…solo che un sacco di altri scrivono cose molto più interessanti delle mie e perciò mi perdo a leggere loro. E, in questo mese, ho letto molto in rete e fuori e non ho potuto fare a meno di notare quante siano le barricate che ci circondano e, soprattutto, quanto aspre siano.

Cercherò, benché non sia facile, di restringere il campo al mondo della scrittura, che poi sarebbe l’argomento principale di questo blog.

Scontro numero uno: UOMINI CONTRO DONNE.

Sento già i cori di “eeeeeeeh, è storia vecchia come il mondo”.

Permettetemi di dire che sarà storia vecchia, ma nel 2010 è anche storia triste. Tristissima.

Spunto di cronaca: durante la cerimonia per il premio Campiello, Bruno Vespa accoglie sul palco la vincitrice Silvia Avallone con l’ invito rivolto al cameraman di inquadrare il suo decolleté. Michela Murgia –altra vincitrice, sicuramente un po’ meno avvenente – se ne risente e subito scoppia la polemica: “la Murgia parla per invidia!” “ No , la Murgia è la paladina dei diritti delle donne!” “Vespa è un vecchio bavoso!” “La Avallone non ha replicato, avvallando le manifestazioni della bavosità!” “Al Rogoooooooo tutti quantiiiii!”

Il solito baccano da circo.

Il fatto è che poi gli opinionisti si moltiplicano e la questione si sposta.

Qualcuno butta lì che “certo, le donne riescono a farsi pubblicare e a vincere premi grazie a ciò su cui sono sedute”. E, caso strano, l’insinuatore è sempre un uomo.

*L’Elfo va a bere qualcosa per annegare la tristezza. Succo ACE, che vi credete?*

Quindi, eccoci qui: dalla battutaccia di un presentatore, attraverso una serie depressiva di luoghi comuni, fino all’equazione donna= zoccola. (E scusatemi il francesismo)

Il clima politico attuale del paese non incoraggia a pensare diversamente: vai a spiegare ad una ragazzina che dovrà studiare, alzarsi ogni mattina alle 6, andare in fabbrica/ufficio, starci otto ore, tornare a casa, riordinare, preparare da mangiare, accudire eventuale figliolanza e – non ultimo – essere sempre desiderabile per il marito/convivente. La ragazzina in questione al 99,9999999% mi risponderà: “Ma te sei scema. Con una quinta di reggiseno si ottiene tutto, vado dal chirurgo ed  ho risolto la mia vita!”

E’ a questo che siamo arrivati. Di questo stanno cercando di convincere le ragazze.

Una volta si passava dal “divano del produttore”, ora si passerebbe anche da quello dell’editore.

Ammesso che sia vero, il problema è che ben pochi si soffermano a pensare che è il maschio il vero colpevole. Le regole di un certo mercato dicono che se non ci fosse la domanda non esisterebbe l’offerta. Quindi, non potendo affermare che tutte le ragazze siano sante, occorre  anche sottolineare che coloro che ne approfittano sono peggio.

In più, per quelle disgraziate che assecondano le voglie dei bavosi, tutta la categoria viene penalizzata: se sei donna usi il tuo corpo per fare carriera, chiaro no? Quindi, se io ho scritto qualcosa di buono, non verrà pubblicato in quanto valido, ma solo nella misura in cui sono stata “carina” con l’editore. E il povero scrittore maschio è penalizzato a causa di noi streghe malefiche. Questo coinvolge tutti i settori lavorativi, per questo mi fa arrabbiare da morire.

Eva offrì la mela ad Adamo.

 Sì, ma quel coglione di Adamo la prese e se la mangiò tutta, gente!

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: