An elven tale

aprile 29, 2010

Deep Shadows and Brilliant Highlights

Filed under: Dico la mia — Ale @ 10:25 pm

Prendo in prestito il titolo di questo splendido album degli HIM per parlare di tutt’altro. Mi sembra adeguato, perchè oggi ho avuto un assaggio delle “profonde ombre” che si annidano nel mondo della letteratura fantastica, ma anche dei brillanti lampi di luce.

In breve, tutto parte da una diatriba tra GL D’Andrea e la rivista online Fantasy Magazine. I ragazzi di FM cadono tristemente in errore sulla segnalazione del W2 ed il nostro se la prende tantissimo, insultandoli come solo lui sa fare . Ne segue un gran casino che rimbalza per la rete e l’argomento si sposta sulla croce degli autori del fantastico italiano ai nostri tempi, ovvero: non vengono seriamente considerati. Non c’è serietà nel trattare il fantastico.
La prima ombra che vedo è la mia abissale ignoranza. Parlo partendo da questa, quindi sono a rischio di dire boiate. La seconda ombra, però, è per me più dolorosa da denunciare, ovvero: non sarà che il fantastico non viene preso sul serio perchè invece di pensare a produrre stupende storie fantastiche si sta troppo a pensare al “genere” e a “questo dice quello”, “Tizio mi sta antipatico”,”Caio ha scritto una boiata e io devo far vedere che sono Molto Più Intelligente”?
Non c’è mai stato un fronte comune, ecco quello che pare a me. C’è un accusarsi reciproco di far parte di questa o quella corrente, c’è quasi un giustificarsi per essere – mio Dio – autori di fantastico. Nello sdegno con cui si addita certa critica c’è anche un po’ la frustrazione di sapere che i propri scritti valgono tanto e forse più di molti altri “non di genere” e restano relegati nello sgabuzzino della “roba per tardoadolescenti”,quando va bene. Poi ci sono i vari caratteri “forti” e questo per me è un bene. Soltanto, anche questi caratteri forti dovrebbero mettersi ogni tanto nei panni degli altri e cercare di andare un po’ più a fondo per vedere se c’è stata malafede dietro ad un banale errore. Ma non voglio continuare a battere il tasto del litigio: non conosco nè una parte dell’altra, sarebbe sciocco. Vi parlo delle luci: questi “addetti ai lavori” nemmeno se ne accorgono, ma a forza di discutere qualcosa si muove. Si sente. I più pessimisti possono anche negarlo, la signora Lipperini (che stimo molto!) è una tra questi. Invece proprio sul suo blog ho avuto la sensazione che l’unione di cui parlavo prima stesse cominciando a respirare. Il senso di adesione ad una linea comune che è quello che finora è venuto a mancare.
Sono pochi? Può darsi. Ma sono profondi. Non se ne fanno scappare una. Si lamentano che il Movimento del Fantastico non c’è e invece lo stanno dando alla luce. Io ho molta fiducia. Farebbero bene ad averne un po’ anche loro.

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: