An elven tale

aprile 1, 2010

Una zattera per affrontare l’Oceano.

Filed under: On writing — Ale @ 9:49 pm
Tags: , , , ,

Prima o poi doveva succedere.
Ieri sera, 31 Marzo A.D. 2010, poco prima che scoccassero le ore 23, ho messo la parola FINE a quello che può definirsi il mio primo “vero” romanzo. Un romanzuccio, in realtà: non arriva ad ottanta pagine (ma non ho ancora provato una degna impaginazione, quindi potrebbe essere qualcosa di più), ma è finora il tentativo letterario più “serio” che io abbia compiuto.
Intendiamoci, scrivo da quando avevo cinque anni. Ma ho sempre scritto per me su una quantità di quaderni che, se messi in pila, forse si vedrebbero dalla Luna. Da qualche tempo scrivo qualcosina per la rete. E adesso vorrei provare questo.
Certo, mi sento come se avessi appena messo insieme una zattera di fortuna e con questa fossi in procinto di affrontare l’Oceano. Un Oceano pieno di squali, per di più.
Sarò pronta ad accettare tutte le porte sbattute in faccia che mi aspettano?
Credo sia giunto il momento di mettermi un poco alla prova ed uscire dal guscio. Iniziare a dare una forma di concretezza a quello che fino a ieri era solo un sogno.
Mia nonna diceva che se non si compra il biglietto non si può vincere alla lotteria. Ebbene, io il biglietto ce l’ho in tasca. La zattera è costruita: per il momento ha bisogno di un’aggiustatina (credo che lascerò la storia “decantare” per un paio di giorni e poi mi metterò a fare le correzioni: il finale temo sia venuto un po’ tirato via rispetto al resto – oVVoVe, oVVoVe, oVVoVE!), poi sarà pronta a veleggiare verso qualche Porto.
Se vi è venuta curiosità di sapere di che cosa parla il romanzo…tranquilli, penso che ne parlerò ancora. Per adesso quello che mi premeva scrivere – nero su bianco, così non posso rimangiarmi la parola – è che ho intenzione di spedirlo a delle vere Case Editrici.

E detto ciò il vostro Elfo svenne, per la portata della decisione

Annunci

2 commenti »

  1. Una data memorabile; immagino sia come un parto dopo una lunga gestazione questo aver completato il tuo primo romanzo!

    Che tu abbia del talento, qualsiasi persona lo capisce leggendo i tui testi; sicuramente tu questo lo sai, lo senti dentro di te e penso che qualsiasi giudizo più o meno autorevole non avrà mai il potere di farti cambiare rotta da quella che tu hai pianificato per raggiungere i tuoi obiettivi.

    Scrivi da sempre; penso che lo scrivere, per te, sia come respirare, sia diventato un bisogno primario e ti accompagnerà per sempre. Avere una passione così grande posso immaginare sia bellissimo!

    Avrai altri oceani da attraversare, altre rive da su cui approdare.

    Tu parli della tua zattera di fortuna, io posso scrivere che molte zattere hanno attraversato oceani e molti transatnantici non vi sono riusciti.
    Il mare pieno di insidie forse è uno stimolo in più per tendere bene le funi e issare una resistente vela.

    Si si!!!! un po’ di curiosità è ventuta! Resteremo sulla scia!!!

    Con l’augurio di svenire spesso, Ettore.

    Commento di Ettore — aprile 2, 2010 @ 6:47 am | Rispondi

  2. Vorrei sottolineare il fatto che non pago sottobanco quest’uomo per scrivere quello che scrive! Qualcuno potrebbe insinuarlo: sei veramente troppo gentile Ettore, grazie per l’incoraggiamento – bomba! ^_^

    Commento di Elfo — aprile 2, 2010 @ 6:24 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: