An elven tale

febbraio 9, 2010

PARANORMAL STUPID… ACTIVITY (Ovvero “Manuale pratico di come tirarsi addosso la sfiga ed un demone incazzato”.)

Filed under: Dico la mia — Ale @ 2:28 pm
Tags: ,

Con questo post inauguro una nuova “rubrica”. Ebbene sì, ogni tanto mi scappa di leggere libri, vedere film o assistere a eventi su cui proprio non riesco a tacere. Anche gli elfi si sfogano, ebbene sì.

NB: Questo articolo contiene spoilers di varia natura. Se succedesse qualcosa di degno nel film vi consiglierei di non leggerlo per non rovinarvi la sorpresa, ma dato che in pratica non succede niente potete stare tranquilli.

Ho letto stamattina la notizia secondo cui il film “Paranormal Activity” si trova al centro di furiose polemiche perché scatenerebbe veri e propri attacchi di panico negli spettatori.
Che gran cosa sono le campagne di marketing! Certo, sarebbero una cosa ancora più grande se la smettessero di sparare idiozie. Io il film l’ho visto questa domenica e gli unici attacchi che mi sono venuti sono quelli di nervoso per i 7 euro buttati via.
Ma andiamo con ordine: il “film che ha spaventato l’America” può considerarsi un successo per il fatto che sarà costato 15 dollari (probabilmente il regista aveva un parente all’Enel così poteva accendere e spegnere le luci aggratis) e quindi la casa di produzione ha guadagnato uno sfracello.
Su questo, nulla da eccepire. Ma dal punto di vista delle sensazioni, sento di essere stata buggerata.
Il perché è presto detto: la storia vede i due protagonisti, una coppia di normalissimi fidanzati americani, alle prese con una oscura entità che sembra perseguitare lei (Katie) fin dall’infanzia. Lui (Micah) ha la fulgida idea di riprendere la loro vita quotidiana – nottate comprese – con una telecamera in modo da dimostrare al mondo che c’è veramente qualcosa che non va. Le premesse fino a questo punto sarebbero ottime, purtroppo le crepe nella trama sono tante e tali che non le si può ignorare.
Si comincia con il dubbio principe: l’Oscuro Demone chi cavolo è? Che fa? Per trent’anni se ne è stato buono buono a sbattere un po’ di porte, a fare qualche verso e, quando andava male, a zampettare in soffitta in stile “topo di due tonnellate”, ma niente di più. Come mai decide di scatenarsi proprio adesso? Ve lo dico io come mai: il protagonista maschile è un idiota totale. Davanti alle accorate suppliche della povera Katie (che ha due spalle da gladiatore grazie alle quali, secondo me, non dovrebbe temere nulla e nessuno) di non irritare l’Entità, il coglionazzo continua a lanciare sfide del tipo “Nessuno entra in casa mia a rompere le scatole alla mia ragazza, capitooo?”
Non contento, appena il Sensitivo (l’unico altro personaggio visibile, in quanto i nostri eroi devono essere orfani e tanto antipatici da non avere nemmeno un amico/vicino che si interessi di loro) lo supplica di NON comprare una tavola ouija per le sedute spiritiche spiegando chiaramente che sarebbe come invitare il Demone a manifestarsi, l’Ottuso che fa? SI FA PRESTARE IMMEDIATAMENTE UNA TAVOLA OUIJA. Da questo momento in poi lo spettatore medio è lì a sperare che il Demonazzo arrivi, la smetta di fare i balletti al piano di sotto e si mangi i due Stupidi Paranormali. Purtroppo, per 84 degli 85 minuti di durata nulla di tutto ciò avviene; in cambio abbiamo un campionario di manifestazioni spiritiche per le quali non si spaventerebbe nemmeno mia nonna (una giulebbe di toc toc STONF sempre al piano di sotto, la luce del bagno che si accende da sola, la porta che si accosta, un lenzuolino che si solleva mentre i due ronfano saporitamente…). Man mano che Micah continua a fare lo sborone, il Demone si frustra sempre più di avere a che fare con due simili allocchi, perciò comincia a dare segni di insofferenza. Ma anche qui, lo spettatore ha sì e no mezzo sussulto, solo perché magari c’è una porta che sbatte proprio mentre si stava appisolando.
La fase finale, quella in cui la tensione dovrebbe essere allo spasimo, vede Katie ormai posseduta dall’Entità. Come ce ne accorgiamo? Perché la notte si alza, fa il giro del letto, resta DUE ORE a guardare il fidanzato dondolando avanti e indietro (sappiamo del fattore temporale grazie all’orario impresso nella ripresa amatoriale) poi esce dalla camera (si può presumere a fare la pipì).
Linda Blair si starà facendo chissà quante grasse risate, io un po’ meno al pensiero dei soldi buttati.
Il finale non ve lo svelo, tanto l’avrete già indovinato; il tentativo di copiare “The Blair Witch Project” è palese quanto mal riuscito, ma almeno l’espediente di fissare spesso la telecamera a spalla ad un supporto mi ha evitato l’”Effetto Vomitino” sperimentato a causa di “Cloverfield”. Ciò non basta per essere grati al regista di questa boiata, al quale vorrei dire: “Il successo te lo meriti perché sei stato astuto, ma… ridammi i miei 7 Euroooooooo!”
SGRUNT.

Annunci

4 commenti »

  1. Io ci vado stasera. Il trailer mi aveva fatto esclamare: “Wow, ci vado!” però i commenti non sono per niente esaltanti. Divertente il tuo resoconto. 🙂

    Commento di matteo g — febbraio 9, 2010 @ 3:46 pm | Rispondi

  2. Ti dirò, lo sospettavo. Già per me era stata una boiata Blair Witch Project, figuriamoci la sua brutta copia! Comunque, complimenti per la bella tirata! ;-)))

    Commento di tom traubert — febbraio 9, 2010 @ 4:00 pm | Rispondi

  3. Non ti hanno ancora assunto per fare recensioni sui giornali? Perché io li comprerei solo per questo.
    La rubrica? La cattiveria dell’Elfo.

    Commento di Carlotta — marzo 25, 2010 @ 2:17 pm | Rispondi

  4. No cara, sono un Elfo bastardo ma incompreso. 😛

    Commento di Ale — marzo 25, 2010 @ 6:45 pm | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: